Salumificio Massimo - Coppa di Parma - Dalle colline di Langhirano
15502
page-template-default,page,page-id-15502,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-13.1.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
 

COPPA DI PARMA

La coppa di Parma

La Coppa di Parma è un salume tipico a Indicazione Geografica Protetta di una zona di produzione identificata dal territorio di alcune province di cui quella parmense è il centro esatto.
La reputazione della Coppa di Parma è dimostrata da numerosi documenti recanti riferimenti e citazioni relative al prodotto in argomento.

Anche la Coppa di Parma ha la sua lunga tradizione storica, infatti già alla fine del secolo XVII si trovano riferimenti a questo salume, all’epoca anche detto “bondiola” oppure “salame investito”, ove investito ha il significato di “rivestito”, “insaccato”.

La Coppa di Parma si distingue decisamente dagli altri prodotti della stessa categoria di salumi grazie al sapore tipico, al giusto grado di sapidità, alla consistenza media, all’omogeneità e alla magrezza, e grazie alla sua inconfondibile colorazione uniforme, rossa nella parte magra e rosea nella parte grassa.

Altre caratteristiche che differenziano la Coppa di Parma dalle “imitazioni del vicinato”, sono la morbidezza della fetta e la scarsa quantità delle spezie adottate nella concia.

La Coppa di Parma e il Salame di Felino, spesso abbinati al Prosciutto di Parma, sono tra gli antipasti più tipici del Parmense.